Siete qui: Vivere meglio / Inquinanti endocrini
Vivere
meglio

Cos'è l'impronta di carbonio?

Gli interferenti endocrini si trovano in molti oggetti di uso comune, come la plastica e la carta degli scontrini, i prodotti per l'igiene personale e della casa, i tessuti per l'abbigliamento e l'arredo.
Si tratta di sostanze inquinanti che compromettono il funzionamento degli ormoni, provocando vari effetti dannosi sul nostro organismo: possono influire, ad esempio, sulla fertilità e sul buon funzionamento del sistema nervoso, fino ad alterare il comportamento. Studi recenti hanno dimostrato anche come gli interferenti endocrini possono favorire disturbi metabolici (diabete, ipercolesterolemia, obesità) e cardiopatie, oltre ad aumentare il rischio di cancro.
Tutti siamo esposti al rischio rappresentato da queste sostanze, ma i danni maggiori avvengono in quelle fasi della vita in cui il sistema ormonale è più "dinamico": gravidanza, infanzia, adolescenza. Inoltre, il contatto con questi inquinanti è più frequente di quanto pensiamo: oltre ad essere presenti in oggetti di uso quotidiano, sono contenuti anche nei pesticidi usati in agricoltura, che contaminano le acque superficiali e profonde, dove permangono a lungo.
Per questo la comunità scientifica ha lanciato l'allarme e gli studiosi si stanno mobilitando per arginare il problema. Informarsi è importante: anche se l'inquinamento è causato in gran parte da industria e agricoltura, le scelte consapevoli individuali sono utili per ridurre i rischi.
Un decalogo e un convegno
L'Istituto Superiore della Sanità ha stilato un decalogo per la prevenzione, nell'ambito del Progetto Previeni, e la sezione italiana dell'ISDE (International Society of Doctors for Environment) ha recentemente organizzato un convegno per affrontare questo tema.
L'evento si è svolto all'Università Bicocca di Milano con il sostegno di Sodexo, azienda leader nei Servizi per la Qualità di Vita, da sempre sensibile al benessere delle persone e dell'ambiente. Per affrontare questi temi, Sodexo si avvale del supporto di un Comitato Scientifico, un organismo indipendente di cui ISDE fa parte.