Siete qui: Vivere meglio / Impronta di carbonio
Vivere
meglio

Cos'è l'impronta di carbonio?

Quanto inquiniamo? Calcolarlo non è facile, ma neppure impossibile. L'impronta ecologica è il segno che lasciamo sull’ambiente con tutte le nostre attività (coltivazione, allevamento e pesca per produrre cibo; tutto ciò che occorre per le nostre abitazioni; trasporti;
altri beni di consumo; servizi, come istruzione, sanità eccetera), cioè la quantità di risorse naturali che consumiamo rispetto alla capacità della Terra di rigenerarle.

L’impronta di carbonio, o carbon footprint, ne rappresenta la maggior parte. La carbon footprint indica le emissioni di anidride carbonica (CO2) di un'attività o di un prodotto, e si calcola considerando tutte le emissioni di gas a effetto serra nell'intero ciclo di vita, cioè in ogni fase della filiera: dall'estrazione o produzione delle materie prime allo smaltimento dei rifiuti, passando per le fasi di trasformazione, produzione, utilizzo del bene o del servizio. Tali emissioni vengono convertite in CO2 equivalente grazie a precisi parametri stabiliti da un organismo delle Nazioni Unite, l'IPCC (Intergovernmental Panel on Climate Change).

In sostanza, l’impronta di carbonio rappresenta l’estensione di foresta necessaria ad assorbire le emissioni di anidride carbonica generate dalle attività umane e dall’uso di combustibili fossili. E poiché la CO2 è la principale responsabile dell’effetto serra, la carbon footprint indica il contributo di un prodotto o di un servizio, di un individuo o di un'organizzazione, ai cambiamenti climatici causati dalle attività umane.
Un impegno concreto
Sodexo, leader mondiale nei servizi di Qualità della Vita, dopo cinque anni di impegno con il WWF per sviluppare una metodologia per calcolare le emissioni di carbonio lungo l’intera catena di approvvigionamento del Gruppo, ha avviato un piano per amplificare gli sforzi per ridurre l'impatto ambientale delle proprie attività.
Il piano consentirà al Gruppo di ridurre le proprie emissioni di CO² del 34% entro il 2020:
riducendo gli sprechi alimentari;
intensificando le azioni per migliorare l'efficienza energetica;
integrando le fonti energetiche rinnovabili con basse emissioni di CO² nelle sue offerte per la gestione energetica.
Questo programma si basa su misurazioni effettuate lo scorso anno in 14 Paesi e su programmi pilota attuati in 5.000 siti clienti. E, poiché quasi la metà delle emissioni globali derivanti dalle attività di Sodexo è dovuta alla catena di approvvigionamento (i fornitori di Sodexo ma anche i fornitori dei suoi fornitori), prevede, tra l’altro, la collaborazione con gli oltre 10.000 fornitori in tutto il mondo per commercializzare prodotti più rispettosi dell'ambiente.