Siete qui: Mangiar bene / Conoscere gli alimenti / Uova
Mangiar
bene

Uova: un cibo... sorprendente!

Fino a quattro alla settimana: questa è la quantità di uova generalmente consigliata. Gustose e versatili, le uova costituiscono un secondo piatto equilibrato, se accompagnate da una porzione di ortaggi, ma sono anche un ingrediente fondamentale in molte ricette, per la loro qualità di “legare” gli ingredienti e dare sapore.
Finiti i tempi in cui si accusavano le uova di far male al fegato e di provocare ipercolesterolemia, oggi questo prezioso alimento è assolto e rivalutato, anche in quanto elemento fondamentale della dieta mediterranea.
Certo, nessun cibo è perfetto tanto da poter diventare l’unico protagonista dell’alimentazione quotidiana: la salute chiede varietà. Alle uova mancano le fibre, gli zuccheri e la vitamina C. Ma sono ricche di proteine nobili (in particolare nell’albume), in una forma completa e particolarmente ben assimilabile, oltre che di minerali, vitamine e contengono acidi grassi (4,5 grammi in un uovo di 60 grammi) prevalentemente insaturi e in una forma facilmente digeribile, tra cui il prezioso acido linoleico (nel tuorlo). Tanto che le uova si sono meritate il primo posto nella classifica degli alimenti ad alto valore biologico.
Questo alimento, prezioso e sorprendente per le sue numerose proprietà, è anche perfetto per chi deve tenere sotto controllo il peso, dato che assicura salute e sazietà con poche calorie: solo 128 per 100 grammi, cioè 76,8 per ogni uovo, che in media pesa 60 grammi.

Sceglierle e conservarle bene è importante e per farlo ci sono molti accorgimenti utili.
Curiosità

Le uova sono in assoluto le protagoniste delle festività Pasquali. Ma perché? Le origini della simbologia dell’uovo risalgono a tempi antichissimi, precedenti alla religione cristiana. L’uovo ha infatti da sempre rappresentato la vita, la primavera e la rinascita, andando poi a delinearsi, con l’avvento del cristianesimo, come simbolo della risurrezione.
I primi a regalare uova sono stati i Persiani, che le donavano alla servitù in segno di riconoscimento. Decorare le uova di Pasqua è invece una tradizione balcanica.
Il Medioevo ha regalato alla tradizione mondiale le uova impreziosite da oro, platino ed argento, diventate poi famose grazie al tocco di lusso del celebre gioielliere Peter Carl Fabergé.
È invece grazie all’olandese Van Hauten se oggi le uova di cioccolato sono vuote all’interno e possono contenere la tanto sospirata sorpresa: nel 1828 ideò infatti uno stampo concavo per poter permettere la creazione di uova di cioccolato dalla sfoglia sottile e vuote.