Siete qui: Mangiar bene / Conoscere gli alimenti / Albicocche
Mangiar
bene

Frutta golosa per godersi il solleone

Reintegrare i minerali persi sudando e ritrovare tono ed energia, idratarsi e rinfrescarsi, mantenere o recuperare la linea e predisporre la pelle all'esposizione ai raggi solari, ├Ę quello che si desidera e ci├▓ di cui si ha bisogno in estate.
Fortunatamente, con l'arrivo della calda stagione, matura anche una deliziosa risposta alle nostre esigenze: l'albicocca.
Dolci ma poco caloriche, le albicocche sono ricche di vitamina C e provitamina A (dichiarata dal loro colore), di minerali tra cui ferro e potassio, di acqua e di fibre, che offrono una buona sensazione di sazietà nonostante il basso apporto energetico del frutto (circa 30 Kcal per 100 grammi).
Queste sostanze hanno molti effetti positivi sulla salute e il benessere (ma attenzione alla "mandorla" che si trova nel nocciolo delle albicocche, che contiene sostanze tossiche e quindi non va mangiata!). E anche sulla bellezza.
L'aroma, il profumo e il colore di questi frutti costituiscono gradevoli stimoli sensoriali, che ne completano perfettamente le virt├╣.
Alle albicocche andrebbe quindi riservato un ruolo da protagoniste nell'alimentazione estiva: ottime a colazione, come spuntino, o a fine pasto, le occasioni per gustare questi frutti non mancano mai.
La scelta e la conservazione

Le albicocche vanno raccolte e acquistate mature - perch├ę altrimenti non diventeranno mai dolci come dovrebbero -, devono essere morbide e non molli, vellutate e prive di macchie o di grinze, del tipico colore aranciato e non gialle o verdine. Quelle piccole di solito sono pi├╣ saporite.
Si conservano in frigorifero, in un sacchetto di carta, per pochi giorni, e vanno lavate bene, ma soltanto subito prima di consumarle.