Siete qui: A ogni età il suo... / Anziani / I Fragili
A ogni età
il suo...

I Fragili

Saranno gli esiti dei primi disturbi dovuti all'età, oppure una predisposizione caratteriale, fatto sta che alcune persone, a un certo punto della loro vita, si sentono fragili. Percepiscono di non poter gestire la propria esistenza come hanno fatto finora, e la loro preoccupazione è quindi quella di adattare lo stile di vita affinché resti soddisfacente malgrado le fragilità dovute al tempo che passa e lascia i segni sul loro corpo.

Desiderano sentirsi protetti ma non per questo impediti nelle scelte, cercano supporto e non qualcuno che si sostituisca a loro.
Spesso temono l'eccessiva esuberanza dei più giovani, e cercano altre modalità di integrazione, come situazioni protette in cui condividere con i propri coetanei il tempo e i pensieri.

Indicazioni per i famigliari
Ci vuole sensibilità per comprendere dove i propri cari si sentono fragili e delicatezza nell'offrire loro la protezione che cercano senza eccedere, evitando di essere invadenti o di limitarli là dove potrebbero essere autonomi. O meglio ancora, prevedere supporti adeguati per metterli in grado di conservare al massimo la "normalità" nella vita quotidiana. Come per esempio per quanto riguarda l'alimentazione: fare la spesa, cucinare, scegliere il menu più appropriato sono atti complessi, un buon servizio domiciliare aiuta oggettivamente a migliorare la qualità della vita e a stimolare l'autonomia dell'anziano.
Consigli per chi si sente fragile

Quando l'età comincia a farsi sentire limitando in alcune attività quotidiane oppure rendendo meno sicuri di sé, non c'è motivo di forzare la mano: chiedere un supporto ai propri cari permette spesso di superare gli ostacoli e ritrovare una buona qualità della vita. E consente anche di definire i confini dell'aiuto, in modo da ricevere assistenza dove occorre, mantenendo la propria autonomia dove è possibile e dove lo si desidera.