Siete qui: Buono a sapersi / Autunno / I disturbi
Buono a
sapersi

I disturbi pi├╣ frequenti

In autunno, oltre alla stanchezza, alcuni disturbi tendono a riacutizzarsi o a comparire con maggior frequenza.
Forse perch├ę lo stress colpisce soprattutto stomaco e intestino, all'inizio della stagione possono ricomparire o manifestarsi le coliti, disturbi gastroenterici di solito silenti in estate.
Per attenuarne i sintomi, ├Ę importante agire sullo stress con pratiche rilassanti, favorire il riequilibrio della flora batterica utilizzando pre e probiotici come i fermenti lattici, e intervenire sull'alimentazione, riducendo drasticamente l'apporto di fibre (cereali integrali, verdura) e di alimenti che provocano fermentazioni (legumi e frutta).
Poich├ę le giornate si accorciano e il tempo spesso non ├Ę bello, l'esposizione al sole ├Ę decisamente ridotta e con essa l'assorbimento di vitamina D, preziosa per la salute delle ossa. Oltre a passare tutto il tempo possibile all'aperto quando fa bel tempo, ├Ę utile quindi consumare alimenti ricchi di questa vitamina: latte e derivati, olio di fegato di merluzzo, pesce (soprattutto pesce azzurro), verdure a foglia verde, uova.
Tutti i cibi ricchi di antiossidanti sono utili per combattere i danni provocati dall'inquinamento e per rinforzare il sistema immunitario, in vista dei tipici disturbi invernali.
Depurarsi per stare meglio

In autunno ├Ę utile depurare l'organismo, ma ├Ę sempre meglio chiedere un parere al proprio medico: non sempre le condizioni di salute individuali sono compatibili con tutti i metodi drenanti. Come per esempio con il pi├╣ ÔÇťclassicoÔÇŁ di questa stagione: la cura dell'uva, che consiste nel mangiare esclusivamente uva per un periodo che varia da uno a tre giorni.
Una variante pi├╣ leggera prevede di bere ogni mattina a digiuno, per due settimane, un bicchiere di succo ottenuto dalla spremitura di uva fresca.