Siete qui: Buono a sapersi / Acqua: miti e leggende da sfatare
Buono a
sapersi

Acqua: miti e leggende da sfatare

Per non perdersi in un bicchier d'acqua e non bersi tutto quello che ci dicono, ecco qualche informazione in pi├╣ sull'acqua - il preziosissimo liquido che compone gran parte del nostro organismo - considerata da diversi punti di vista: come bevanda principale consumata a tavola ma anche come fattore che pu├▓ influire sulla nostra forma fisica e sulla nostra salute.
Le informazioni sono tratte dalle Linee guida per una sana alimentazione dell'Inran.

Cominciamo con le false credenze sull'utilizzo dell'acqua come bevanda
L'acqua va bevuta solo al di fuori dei pasti.
FALSO Al limite, se si eccede nella quantit├á, si allungheranno di un poco i tempi della digestione per una diluizione dei succhi gastrici. Anzi, una adeguata quantit├á di acqua, non oltre i 6-700 ml a pasto (3-4 bicchieri), ├Ę utile per favorire i processi digestivi perch├ę migliora la consistenza degli alimenti ingeriti.

Per mantenere il corretto equilibrio idrico basta bere tanto, qualsiasi liquido va bene...
FALSO L'equilibrio idrico deve essere mantenuto bevendo essenzialmente acqua, tanto quella del rubinetto quanto quella imbottigliata, entrambe sicure e controllate. Bevande diverse (come aranciate o altre bibite gassate, succhi di frutta, caff├Ę, t├Ę) oltre a fornire acqua apportano anche altre sostanze che contengono calorie (ad esempio zuccheri semplici) o che sono farmacologicamente attive (ad esempio caffeina). Queste bevande vanno quindi usate con moderazione.